Qual è il tuo metodo di lavoro?
Il linguaggio che uso per raccontare il giorno del matrimonio è quello del Reportage; penso sia quello migliore per far sì che le foto siano vere, spontanee e non costruite. E’ un metodo che permette agli sposi di godersi la giornata nel modo più naturale possibile senza sentirsi ostaggio del fotografo di turno. Lavoro sempre con un collega professionista; anche questo aspetto è per me imprescindibile in quanto permette di raccontare in modo esaustivo ciò che avviene durante l’intera giornata. Evito per quanto possibile l’utilizzo di flash o lampade a led e mi affido ad ottiche fisse molto luminose che mi consentono così di sfruttare in qualsiasi situazione la magia della luce naturale.

Oltre agli scatti saremmo interessati ad avere anche un servizio Video, è possibile?
Il mio studio interagisce con diversi professionisti del mondo video, ciascuno con le proprie peculiarità. Questo offre diverse soluzioni per ottenere il filmato perfetto secondo le varie aspettative degli sposi. Aspetto molto importante, e non di secondaria importanza, è la totale condivisione dell’approccio del videomaker ad un racconto basato sul reportage.

Abbiamo scelto te come fotografo, ma per quanto riguarda il video avremmo trovato una soluzione diversa da quella che ci hai prospettato tu: è un problema?
No, ma sarei felice di poter contattare chi curerà le riprese per poter conoscere il suo metodo di lavoro; molti ad esempio utilizzano in modo continuativo ed invasivo luci artificiali, rovinando la meraviglia e l’atmosfera della luce ambiente.

Dopo il servizio fotografico, quali opzioni abbiamo a disposizione per poter godere delle nostre foto?
Le soluzioni sono molteplici e vanno dalla consegna di un semplice DVD contenente le migliori immagini, fino a soluzioni più complete che possono contemplare Album rilegati, fotolibri in vari formati, singole foto stampate ed incorniciate da passepartout contenute in cartelle in cuoio o teche in Plexiglass.

Quante foto possiamo scegliere per il nostro Album?
In genere dentro un Album possiamo inserire tra le 100 e le 130 immagini; questo permette di sviluppare un racconto completo ed esaustivo senza rendere l’Album troppo voluminoso. Ovviamente i numeri possono variare per accontentare sempre e comunque le aspettative di chi sta per sposarsi: è solo questione di organizzazione!

Lavori solo a Roma o saresti disponibile ad essere contattato anche per Matrimoni fuori dalla tua città?
Sono assolutamente disponibile a seguirvi ovunque vogliate; adoro viaggiare, conoscere posti nuovi e nuove persone!!!

Esegui anche servizi diversi da quelli del matrimonio?
La Fotografia è sì il mio lavoro, ma rimane sempre una passione; di conseguenza è per me prioritario tutto ciò che attiene al racconto di emozioni e sentimenti. Sono quindi pronto ad ascoltare ogni vostra richiesta e a discuterne con voi.

Come possiamo contattarti per sapere tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno?
Potete compilare il Form che trovate qui (in cui potete chiedermi tutto ciò che ritenete utile per diradare eventuali dubbi) oppure scrivere una mail ad info@antoniocarneroli.it: rispondo a tutti. Fissare un appuntamento presso il mio studio sarà poi il modo migliore per conoscerci: potrò così mostrarvi al meglio il mio vissuto professionale di Fotografo, e voi potrete trovare risposta ad ogni curiosità, anche sul “prodotto finito” (album, raccolta ed altro).